Campionato di Categoria

Si è svolto Domenica 25 Aprile il Campionato di Categoria su base regionale valido per la classifica nazionale, organizzato dalla FIN Marche.

 


I migliori 6 atleti della categoria ragazzi e i migliori 6 della categoria assoluti (dagli junior in avanti) di ogni gara, si sono sfidati a suon di bracciate nella Piscina di Fermo.

 


Sport Village ha portato in gara una corposa squadra categoria ragazzi composta da: Andreoni Matteo (Moie), Centofanti Camilla (Osimo), Cozzini Caterina (Pesaro), Crucianelli Pietro (Osimo), Bardozzetti Giulia (Pesaro), Fattobene Rene’e (Jesi), Galeazzi Diego (Pesaro), Giorgetti Sara (Osimo), Malatesta Morris (Moie), Martinangeli Francesca (Osimo), Michelangeli Camilla (Jesi), Ottaviani Giulia (Moie), Pinto Alessandro (Pesaro), Ragaini Alessandro (Moie) e Sampaolesi Giada (Osimo).

 


Di rilevanza tra i vari miglioramenti cronometrici ottenuti dai ragazzi, sono da segnalare le prestazioni di Ragaini Alessandro (che si allena con il tecnico Andrea Cavalletti) che ha nuotato i 200 stile in 1’53”68, i 200 farfalla in 2’07”05 (nuova miglior prestazione regionale cat. rag.) e i 400 stile in 4’00”35, tempo che potrebbe piazzarlo tra i primi 3 atleti italiani dei nati nel 2006.

 


L’altra parte della squadra assoluta era composta da: Del Pivo Enrico (Pesaro), Lepore Francesca (Pesaro), Lepore Davide (Pesaro), Lombardo Valerio (Pesaro), Palmucci Sofia (Jesi), Ricci Anastasia (Pesaro), Ricci Leonardo (Pesaro) e Tommassini Erica (Pesaro) con delle importanti perdite come Battaglia Caterina, Menegatti Nicola e Spadoni Linda.

 


Anche tra gli assoluti ottimi i risultati in prospettiva della fase estiva. Qui risaltano le prestazioni di Lombardo Valerio che nei 100 stile ha nuotato 50”89 vicino al suo p.b. e nei 200 stile ha avvicinato la miglior prestazione regionale Juniores con 1’50”69.

 


Ora chiusa la parte invernale, la squadra si preparerà per la fase estiva con i meeting in vasca da 50mt che porteranno, si spera, agli ormai nostalgici Campionati Italiani Estivi di Categoria di Roma.

Il cloro contro il covid: nel Regno Unito piscine affollate

L’acqua clorata delle piscine potrebbe inattivare il coronavirus in soli 30 secondi. Questo è quanto emerge da uno studio, non ancora sottoposto a revisione, condotto dagli scienziati dell’Imperial College di Londra, che hanno studiato l’impatto delle diverse concentrazioni di cloro diluito in acqua su SARS-CoV-2.

In Inghilterra le piscine riapriranno questa settimana e il team sostiene che il rischio di trasmissione di Covid-19 attraverso l’acqua clorata è estremamente basso. “Abbiamo eseguito questi esperimenti nei nostri laboratori ad alto contenimento a Londra – afferma Wendy Barclay, dell’Imperial College di Londra – in questo modo siamo stati in grado di misurare l’infettività del virus e la sua capacità di attaccare le cellule”.

La ricerca, commissionata da Swim England, l’ente governativo inglese per gli sport acquatici, e dalla scuola di nuoto Water Babies, è stata condotta mescolando campioni di SARS-CoV-2 con acqua clorata. Stando ai risultati del gruppo di ricerca, la bassa infettività e la diluizione del virus suggeriscono che la possibilità di contrarre Covid-19 dalla piscina è trascurabile.

 

Gli esperti riportano, infatti, che una concentrazione di cloro di 1,5 milligrammi per litro e un indice di acidità compreso tra 7 e 7,2 possono ridurre l’infettività dell’agente patogeno di oltre mille volte in soli 30 secondi.

 

Gli autori hanno poi utilizzato diverse concentrazioni di cloro e livelli di pH per valutare scenari differenti, riscontrando che una concentrazione di cloro libero di 1,5 milligrammi per litro e un livello di pH di 7,0, come raccomandano le linee guida per il funzionamento delle piscine, sono sufficienti per rendere trascurabile la possibilità di contagio.

 

“Questi risultati – commenta Jane Nickerson, amministratore delegato di Swim England – supportano l’ipotesi che le piscine siano ambienti sicuri se si adottano le misure appropriate.

 

È una notizia fantastica per gli operatori, i nostri membri e club che prendono parte alle attività sportive, i nuotatori e coloro che fanno affidamento sull’acqua per restare fisicamente attivi”.

 

“Siamo entusiasti di questi risultati – aggiunge Paul Thompson, fondatore di Water Babies – mentre ci prepariamo a ricominciare le lezioni e ad accogliere nuovamente bambini e clienti nelle piscine coperte del paese. Sappiamo che il nuoto ha molteplici benefici per la salute fisica e mentale sia per i bambini che per gli adulti di tutte le età e non vediamo l’ora di riprendere le attività”.

 

Fonti:

rainews

agi

2021 da Record per gli atleti Team Marche!

2021 da Record per gli atleti Team Marche!
 
Questa stagione agonistica, seppur segnata dalle problematiche organizzative legate alla pandemia, sta regalando ottimi risultati ai nuotatori di Team Marche, i quali hanno stabilito anche  2 primati regionali ed un pass per i campionati Italiani Assoluti.
 
Alessandro Ragaini (classe 2006) con il tempo di 2’07”59 nei 200 farfalla ha stabilito il record regionale categoria Ragazzi, e questo risultato lo fa salire in terza posizione nelle graduatorie nazionali della sua età.
 
Valerio Lombardo (classe 2003) nei 100 stile libero ha fatto fermare il cronometro a 50”55, migliorando così il record regionale categoria Juniores e scalando posizioni importanti a livello nazionale.
 
Con questo tempo Valerio si presenterà ai blocchi di partenza dei prossimi campionati Italiani Assoluti di Aprile a Riccione.

Un Master Mondiale!

Un Master Mondiale!
 
Grandissima prestazione del nostro atleta master di punta, Andrea Cavalletti, categoria M35, durante i campionati Regionali  di Fermo dello scorso Febbraio.
 
Andrea ha stabilito il nuovo Record Italiano della sua categoria nei 200 rana, con il tempo di 2’19”03.
 
Un tempo spaziale che lo piazza in prima posizione nella graduatoria Europea e nelle prime tre in quella Mondiale.